Treccia Argentina di Pat

Treccia argentina di Pat

By 31 Agosto 2016

2016-08-29 11.21.31Un pane?qualcosa di più...una focaccia?no,ma ci assomiglia...sa di pane ?di panfocaccia? è gustosa???molto di più....insomma un mix di consistenze ed aromi buoni buoni per cui pensando di metterla a tavola come pane la mangi e sbocconcelli per assaporarne il gusto e la fragranza con quel mix di spezie che la rende assolutamente speciale.E poi vogliamo dire quant'è bella da presentare?insomma vi ho convinto a provarla....e se non oggi o domani tenete a mente questa ricetta perchè è da fare....

Ingredients

Instructions

  • DSC00122DSC00123http://pandipane.blogspot.it/2014/06/treccia-argentina-con-erbe-aromatiche.html
  • Se vote usare il lievito di birra:
  • Preparate il poolish con 1 gr di lievito in panetto + 100 g di acqua + 100 g di farina = 200 g di poolish da utilizzare in ricetta. Si possono aggiungere ancora 2-4 g  di lievito nell'impasto della ricetta.
  • Impastare, coprire e lasciare riposare a temperatura ambiente per una notte, circa 8-12 ore o più a secondo della temperatura.
  • Se si vuole usare Pasta Madre solida (idr. 40-50%):

sostituire al  poolisch 150 gr di Pasta Madre rinfrescata e integrare 50-60 gr di acqua all'impasto, per ribilanciare l'idratazione complessiva

Io ho fatto così:Ho cominciato preparando il poolisch la sera alle 19,30 e lasciato ad una temperatura di 20°.

La mattina prima di impastare ho preparato l'emulsione

Meglio prepararla qualche ora prima della cottura , così l'olio ha tempo di amalgamarsi con gli aromi. Sbattere bene con una forchetta gli ingredienti, lasciare riposare per spennellarla sulla treccia subito dopo la cottura.

PREPARAZIONE

Impastare, a mano o con l'impastatrice, sciogliendo prima il Poolish e il malto (zucchero o miele) con l'acqua ed aggiungendo successivamente la farina ed il sale, l'impasto deve essere sodo e non molle.
Quando saranno quasi incordati inserire l'olio.
Portare ad incordatura ottenendo un impasto liscio ed omogeneo.
Mettere in una ciotola unta a lievitare, in luogo caldo 26-27°C, sigillando  il contenitore per avere una temperatura stabile è meglio poggiare in forno d'inverno con lucina accesa.

Attendere il raddoppio del volume dell'impasto.
Rovesciare sul piano infarinato, sgonfiare delicatamente e ripiegare l'impasto.
Attendere 10-20 minuti e stenderlo con un mattarello o con le mani, sempre con delicatezza.

Con una rotella da pizza tagliare in 9 o 12 strisce. Lasciare unite le strisce da un lato
Intrecciare le strisce ottenute tenendole in 3 gruppi e creare la treccia.

Spostarla delicatamente sulla teglia da cottura foderata con carta da forno.

Spennellare con olio la superficie e coprire con pellicola.
Riporre in luogo caldino per la lievitazione finale.

Cottura:
Scaldare il forno a 160°C, cottura statica, infornare la teglia tenendola al livello più basso del forno.
Poco dopo infornato aumentare la temperatura a 175-180°C.
Cuocere in totale per 35-40 minuti, fino a doratura della superficie.
Sfornare, appoggiare su una gratella e, ancora caldo, spennellare bene su tutta la superficie l'emulsione con le erbe aromatiche (realizzata come spiegato sopra).Lasciare sulla gratella fino a completo raffreddamento.DSC00122DSC00123

Print
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Vota*

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *