Torta paradiso del maestro Iginio Massari

Da questa ricetta sono stata conquistata in anni lontani…nel senso che avevo messo su questo blog senza alcuna visibilità, se non i like delle amiche del cuore,  diciamo che  scrivevo per loro , poi interagivamo per telefono circa la riuscita o la preparazione, più pratico visto che eravamo poche poche.

Poi è cominciata la vita nei  gruppi  cominciando  a postare qualcosa qui e li racimolando qualche like “estraneo” di cui andavo fiera.

Un’amica mi correggeva le ricette in cui dimenticavo sempre qualche ingrediente  o grammatura,  un’altra mi incoraggiava a scrivere meglio, un’altra ancora a preparare per poi venire a mangiare…insomma una collaborazione e l’incitamento  a proseguire, anche se guardandomi intorno vedevo tanti di quei bei blog, ben strutturati, con foto bellissime, ricette impeccabili, banner pubblicitari…io bohhhh e con una faccia tosta incredibile ho continuato perseguendo la strada del ” chi se ne frega io so fare solo questo!”

Questa una delle prime ricette postate , foto oscene, anche di una fetta di torta con la punta  tagliata dalla foto, mi chiedo come ho potuto, eppure l’ho fatto, per la serie senza vergogna!

Ora si, mi vergogno un pò di quello che ho osato fare e scrivere e fotografare, di tanto in tanto per uno conosciutissimo mistero risalgono a galla cose incredibili e vorrei sprofondare, ma nel contempo sorrido perchè  comunque sono andata avanti tant’è vero che ora sono ancora qui a riscrivere una ricetta dimenticata di tanti anni fa che merita la vostra attenzione .E se il paradiso può attendere, la torta paradiso no!

Quindi affrettatevi se volete  toccare il paradiso con un morso.

Burrosissima, con burro chiarificato, a distanza di anni ormai quest’  ultimo si trova ovunque nei supermercati,ma se fosse difficile da reperire, prepararlo è semplicissimo.

Intanto non tutti sanno cos’è e come si ottiene il burro chiarificato:

Il processo di chiarificazione del burro serve a separare la parte grassa dalla proteina del latte, attraverso l’evaporazione dell’acqua che va a dividere da un lato le proteine e dall’altro la massa lipidica.  Nonostante possa sembrare un processo lungo e laborioso, vedrete che la chiarificazione non è assolutamente difficile, le vostre preparazioni saranno più leggere  grazie al burro chiarificato, in ricetta vi spiego come procedere.

Intanto mi gusto una bella fetta di questa torta e vi ascio la ricetta!

Print Recipe
Torta paradiso del maestro Iginio Massari
La semplicità, la leggerezza, la bontà, il candore che ti fanno toccare il paradiso con un morso. Basta un assaggio per essere conquistati dal tocco del maestro.Una torta semplice da realizzare con burro chiarificato ormai reperibile in ogni super mercato, ma in ricetta spiego come realizzarlo qualora non lo doveste trovare ed ingredienti semplici per una torta che sa di semplicità e di colazioni in famiglia!
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 50 minuti
Porzioni
teglia da 24 cm
Ingredienti
  • 250 g di burro chiarificato
  • 250 g di zucchero a velo
  • 250 g di uova intere
  • 125 g di fecola di patate
  • 125 g di farina 00
  • 1 cucchiaino di estratto vaniglia
  • 1 pizzico di sale
  • 8 g di lievito per dolci
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 50 minuti
Porzioni
teglia da 24 cm
Ingredienti
  • 250 g di burro chiarificato
  • 250 g di zucchero a velo
  • 250 g di uova intere
  • 125 g di fecola di patate
  • 125 g di farina 00
  • 1 cucchiaino di estratto vaniglia
  • 1 pizzico di sale
  • 8 g di lievito per dolci
Istruzioni
Preparazione burro chiarificato
  1. Cos'è e come si ottiene il burro chiarificato: Il processo di chiarificazione del burro serve a separare la parte grassa dalla proteina del latte, attraverso l'evaporazione dell'acqua che va a dividere da un lato le proteine e dall'altro la massa lipidica. Nonostante possa sembrare un processo lungo e laborioso, vedrete che la chiarificazione non è assolutamente difficile,
  2. Per ottenere i 250 gr della ricetta mettere in una ciotola 300 gr di burro e fare scioglier nel microonde o sul fuoco non portando mai però ad ebollizione. Quando il burro sarà tutto sciolto togliamo dalla fonte di caore e facciamo raffreddare.Si disgiungerà la parte acquosa che rimane sotto dalla parte grassa deprivata dell'acqua che rimarrò sopra.Una volta freddo prendiamo il burro consolidato che a questo punto è chiarificato e buttiamo via il liquido rimasto.Noterete una maggiore leggerezza nei vostri dolci o anche in frittura se avete l'abitudine di friggere con il burro.,tutto questo preambolo per opportuna conoscenza, ma facciamola semplice compriamo questo burro chiarificato al super banco frigo e speditamente procediamo nella preparazione di questa torta.
Preparazione torta
  1. In una planetaria con la frusta a media velocità montare il burro chiarificato, lo zucchero a velo e la vaniglia; unire poco alla volta le uova, e quando si avrà un bel composto leggero e omogeneo, versare a pioggia la farina, la fecola e il lievito setacciati facendoli amalgamare con un cucchiaio a spatola.
  2. Imburrare e spolverare con dello zucchero semolato la tortiera, e versarvi la massa riempiendola fino a 2/3 dell’altezza. Cuocere in forno statico a 175°C per circa 50 minuti (vale la prova stecchino). Gli ultimi 15 minuti mantenere la porta del forno leggermente socchiusa con un cucchiaino frapposto nella chiusura, per emulare la “valvola aperta” dei forni professionali.
  3. Questo serve a far asciugare maggiormente la massa. Togliere la Paradiso dalla tortiera quando è ancora tiepida, spolverando leggermente di zucchero semolato la superficie sul quale la poggeremo per non farla attaccare in fase di raffreddamento.

 

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *