Sciatori o viscotti ca liffia

Sciatori o biscotti ca liffia

By 29 Agosto 2017

primo piano copiaok copiaaperto copiaLa LIFFIA ...cosa sara mai questo strano ingrediente misterioso...mai visto in nessuna lista di ingredienti, mai vistoa in nessun supermercato, neanche a Masterchef nella Mistery box è stato mai trovato...
Ma sapete che c'è ? che la liffia non è un ingrediente, piuttosto un modo di dire siciliano che indica una cosa duci, una cosa lustrata e lisciata.
La liffia, usata qui per identificare la glassa, non è una ricetta o una modalità di temperaggio del cioccolato,è un termine che vuole intendere appunto una "cosa duci" cosa dolce e nel nostro dialetto si usa "a liffia" cioè un parlare dolce ed amorevole per convincere o adulare qualcuno...liffia è la dolcezza, l'amorosità e quindi questi  biscotti sono "ca liffia" non perchè sono con il cioccolato in particolare , ma perché ricoperti di una cosa dolce .
Certo poi i termini diventano simboli per cui se dici liffia pensi al cioccolato ed a questi  biscotti in particolare.
Gli "sciatori" sono dei biscotti al latte friabili e leggeri, con un vago sapore d'arancia , ricoperti di cioccolato fondente e sono tipici di Zafferana un bel paese etneo ed in particolare del bar "Nonna Peppina"un noto e storico locale dove è consuetudine fermarsi in inverno scendendo dalle piste per rifocillarsi con una cioccolata calda ed un paio di questi biscotti.
Certo la ricetta è un segreto di questo pasticcere, ma come si è soliti fare, si tenta e ritenta per replicare anche se le suggestioni invernali di questa piazzetta con il suo panorama sul mare, l'odore della campagna e dei boschi bagnati dalla pioggia invernale, l'odore di "calia" nella bancarella di fronte daranno sempre un quid in più ai biscotti gustati a Zafferana che fanno sempre bella mostra nella vetrina su delle griglie dove cola la cioccolata .
Io ci ho provato, sono soddisfatta del risultato e vi lascio questa golosa ricetta, fatene buon uso!!

Instructions

CHEF FORMATURA !20170109_205007In planetaria con la frusta versare uova, zucchero, olio e latte e montare tutto un paio di minuti.
Unire  l'ammoniaca, arancia grattugiata,vaniglia e sale , qualche giro e unire man mano la farina con la foglia al minimo.
Alla fine l'impasto risulterà morbido ed appiccicoso, deve essere così ,raccogliere e poggiare  sulla spianatoia infarinata e in un angolo mettere  dello zucchero dove rotoleremo il biscotto.
Staccare un pezzetto di impasto e farlo rotolare  creando una pallina sul piano infarinato e passare  nello zucchero dove  la pallina rotolerà con il palmo per diventare un cilindretto.
Disporre i cilindrettii in teglia su carta forno ed infornare a 200 °C per circa 15 minuti. Far raffreddare prima di glassare.
Scogliere a bagnomaria il cioccolato fondente con una nocciolina di burro che rendere la glassa lucida.
Intingere i biscotti e fare consolidare su una griglia.

Print
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Vota*

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *