Rosticceria siciliana per tavola calda

Rosticceria siciliana per tavola calda

By 30 Novembre 2014

Dal blog di Cristinaecucinando

http://www.ecucinando.it/forum/spitini-della-rosticceria-palermitana-spiedini-t9249.html

Da quando ho scoperto questo impasto nel blog di CristinaEcucinando oltre ad essere soffice,buono estremamente versatile ci faccio veramente di tutto variando  dal dolce al salato  cambiando solo la proporzione dello zucchero mentre tutto il resto rimane invariato.!Con questo impasto è possibile fare  di tutto oltre che dolce e salato, anche preparazioni sia da forno che fritte.Insomma è' un impasto assolutamente versatile ed utile che risolve tante situazioni. Preparo dai classici pezzi di rosticceria (pizzette,cartocciate,bombe) che troviamo in tutti i bar siciliani sin dalla prima mattina  ,ai dolci usandola con più zucchero i.Il sapore è leggermente dolciastro,ed è una tipicità del prodotto Siciliano in tutti i campi.

Quasi assoluto è l'uso dello zucchero nel pane,nelle salse nei sughi,nei preparati...non storcete il muso...prima assaggiate e vedrete come vi conquisterà questo leggero sapore dolciastro.

Ingredients

Instructions

  • zucchero e strutto g 100 per uso forno ,se vogliamo fare il fritto  dobbiamo invece mettere solo gr   50 di zucchero e 50 di stutto.
  • Iniziare con un lievitino mischiando 500 gr delle farine mescolate e setacciate , 500 cc di latte ed il lievito di birra e lasciare riposare questo impasto per  circa  90'
  • Continuare poi ad impastare inserendo prima tanta farina quanta ne basta a rendere l'impasto più consistente e continuare inserendo acqua zucchero e farina in 3 volte, incordando ad ogni inserimento. Con l'ultimo zucchero inserire il sale.
  • Alla fine inserire lo strutto e dopo il cucchiaio di olio d'oliva che lo rende più umido e colloso
  • alla chiusura.
  • Porre l'impasto in una ciotola chiusa con pellicola trasparente e lasciare lievitare per circa 2 ore (molto dipende dalla temperatura esterna )
  • Una volta ripreso l'impasto lievitato schiacciamolo  delicatamente e  porzioniamo con bilancia alla mano  per procedere alla formatura di pizzette.Formiamo delle palline e mettiamole in teglia su carta forno ben distanziate l'una dall'altra.Copriamo con pellicola trasparente e lasciamo lievitare ulteriormente circa 30 minuti .Passato questo tempo schiacciamo con i palmo della mano le palline e dopo spennelliamo i bordi con albume battuto o con tuorlo e latte in egual misura.Al centro mettiamo un cucchiaio di pomodoro mettiamo solo il pomodoro condito con olio ,sale e d origano o basilico .
  • Infornare a 180° circa per le pizzette ci vorranno non più di 15 minuti prima di ultimare la cottura le tiriamo fuori e metiamo il formaggio che non sia acquoso ed inforniamo per quei minuti rimanenti.
  • Con questo impasto possiamo fare pizzette, cartocciate, danubio salato, torta di rose, bombe al forno e fritte, pizze ripiene,insomma sbizzarritevi come volete e con tutti i tipi di ripieno.

Con il bimby: procedete nella stessa sequenza,inserite nel boccale il latte con il lievito    per 40 sec.inserire la farina occorrente per il lievitino in modalità spiga per 3 minuti.

Lasciare lievitare nel boccale al raddoppio dopodiché inserite farina ,acqua e zucchero in tre volte ogni inserimento aspettate che l'impasto sia ben lavorato ed aggrappato alle lame(incordatura)e proseguite fino ad esaurire gli ingredienti nei tre inserimenti con l'ultimo zucchero inserire il sale.Unire ora il burro morbido ,ma non sciolto a tocchetti ed inserire il successivo dopo che sarà ben assorbito il precedente.Completato l'inserimento del burro unire un cucchiaino di olio,fare assorbire,incordare,fuoriuscire l'impasto dal boccale e far lievitare per circa due ore e procedere come sopra.

 

Print
Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...

2 Responses to Rosticceria siciliana per tavola calda

  1. sergio

    buonissime e tenerissime

    • Antonella

      Grazie ne sono contenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *