Pizza Sorbillo, la napoletana a casa nostra

Cosa è il sabato senza pizza? in realtà per me la pizza potrebbe essere ogni giorno della settimana senza stancare mai…in teglia, pala, pinsa, con biga, con lievito di birra, con licoli, riesco a trovare sempre il bello  ed il buono in ogni pizza.

Per stasera una pizza al piatto, una pizza napoletana , ricetta di Gino Sorbillo, emblema della pizza napoletana.

Ovviamente sul web tante ricette, tante varianti , totali  da pizzeria, insomma la solita giungla di informazioni e poiché di certo non è un amico o un conoscente al quale telefonare per chiedere qual’è tra le tante la sua vera pizza  ho fatto una media e la ricetta decisamente più in voga è questa ed allora ho provato anche io, senza citare o togliere meriti a nessuno, ma di certe ricette non si saprà mai maternità o paternità…mille padri e mille madri per questa ricetta che ho fatto anche mia .

Certo potevo anche evitare di scrivere un articolo visto che la pizza è comunissima e ce ne sono a iosa, ma so che c’è tra di voi chi mi segue e si fida del mio giudizio e del mio modo di spiegare e di fare e quindi mi aggiungo alla lunga lista, da oggi ci sono anche io, che Sorbillo ci perdoni tutti!

Trovate la ricetta, le foto, quello che io aggiungo , anche se in  molti propongono la cottura testo /grill ovvero nella padella bollente…lasciate perdere sembra lessa, non assume il giusto colore e neanche la consistenza che diventa un pò gommosa, insomma a me non è piaciuta per  niente, poi se siete curiosi provate come del resto ho fatto io per averne un’opinione personale.

Dico sempre che bisogna provare e capire per credere, del resto il mio gusto potrebbe essere diverso dal vostro.

A tal proposito anche il mio modo di impastare potrebbe essere diverso dal vostro, di maneggiare, di condire, di cuocere, quindi partiamo da diversi bagagli di esperienza ed informazione e se “non riesce” bisogna mettere sulla bilancia tutte queste variabili.

Bando alle ciancie, passiamo alla pizza che è al piatto, sottile, croccante come deve essere una napoletana e per la sua peculiarità va stesa esattamente come la classica pizza spingendo dal centro verso l’esterno spostando i gas di lievitazione verso il cornicione.

Non è affatto difficile ed io non sono un asso, la mia preferenza va alle pizze in pala, un pò altre, alveolate con bordi croccanti e interno soffice, ma bisogna pur variare e cambiare e questa è un giusto compromesso per una serata in pizzeria a casa nostra in attesa di tempi migliori.

Vi lascio un video sulle modalità di impasto della pizza senza impasto

Pizza senza impasto

La pizza senza impasto500 g di farina 0 oppure 400 di farina 0 e 100 g di semola 400 g di acqua 3 g di lievito di birra o 2 g di lievito secco disciolto in un poco d'acqua dell'impasto 10 g di sale

Pubblicato da Dolcimerendeedintorni su Venerdì 27 marzo 2020

Print Recipe
Pizza Sorbillo, la napoletana a casa nostra
La pizza napoletana di Gino Sorbillo si può prepare anche a casa, certo mancherà il panorama del Maschio Angioino, di Castel dell'Ovo, non vivremo l'atmosfera di Spaccanapoli o di via Caracciolo, a pummarola n'coppa sarà quella di casa nostra, ma la pizza la prepareremo a casa sognando una gita a Napoli culla di cultura e della pizza. Un impasto semplice da realizzare, una pizza sottile e croccante da cuocere nel forno di casa proprio alla portata di tuoi da prepare in planetaria, con bimby ed a mano
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Tempo Passivo 10 ore
Porzioni
4 pizze
Ingredienti
  • 640 g di farina 0 per pizza
  • 425 g di acqua
  • 2 g di lievito
  • 10 g di sale fino
  • 1 cucchiaio di olio mia aggiunta
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Tempo Passivo 10 ore
Porzioni
4 pizze
Ingredienti
  • 640 g di farina 0 per pizza
  • 425 g di acqua
  • 2 g di lievito
  • 10 g di sale fino
  • 1 cucchiaio di olio mia aggiunta
Istruzioni
  1. Inserire in planetaria la farina, inserire l'acqua dove avremo sciolto il lievito e cominciare l'impasto con spirale o foglia a seconda le vostre preferenze e la vostra manualità.Quando l'impasto comincia a prendere corda aggiungere il sale e portare ad incordatura.
  2. Per ultimo aggiungere l'olio che non è preciso nella ricetta originale, ma è una mia aggiunta per dare maggior gusto e maggio elasticità all'impasto
  3. Chiuso l'impasto poggiare in ciotola a 18 ° per circa 6 orefino a completa lievitazione . Far scivolare l'impasto sul piano di lavoro e dopo aver spolverato leggermente di semola stagliare in quattro panetti.
  4. Ad ogni panetto , per quanto piccolo dare un giro di pieghe poi formare delle palline arrotondando e far lievitare al raddoppio a temperatura ambiente per almeno due ore.
  5. Accendere il forno alla massima temperatura , allargare sul piano con semola il panetto dal centro vero l'esterno come a far confluire i gas di lievitazione verso il cornicione.
  6. Dopo aver allargato il panetto distribuire il pomodoro, sale, origano e dopo aver poggiato in teglia infornare e negli ultimi minuti poggiare la mozzarella a fine cottura prima di mettere in tavola versare un filo di olio e basilico fresco.
Preparazione con bimby
  1. Inserire nel boccale l'acqua, il lievito e zucchero 3 minuti 37 gradi vel 2. Aggiungere la farina ed il sale dal foto con lame in movimento: 1 min. vel. Spiga. Aumentare la velocità a 6/7 per 3 minuti vedrete i'impasto acquistare consistenza e raccogliersi sulle lame. L'impasto è incordato, ma molle.Continuare come sopra.
Preparazione a mano
  1. In una ciotola capiente versare l’acqua, unire il lievito sbrisciolato e fare sciogliere. Incorporare un po’ per volta la farina con una spatola cominciando l'impasto e poi il sale. Il composto risulterà appiccicoso e va impastato in ciotola. Dopo aver inserito tutta la farina procedere con le pieghe in ciotola: con le mani o meglio ancora con l'aiuto di un tarocco prendere un lembo di impasto, allungarlo verso l’alto e poi portarlo al centro dell’impasto stesso. Girare la ciotola, prendere un altro lembo di pasta oppure l’angolo di impasto che si è ottenuto con la prima piega, allungarlo e riportarlo al centro. Ripetere il tutto sino a quando sarà completato il giro della ciotola. Fare 3 volte le pieghe ogni 10/15 minuti.Nel testo dell'articola troverete un video relativo alle pieghe della pizza senza impasto che vi aiuterà,

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Vota*

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *