Pesca in succo

Pesche in succo

By 18 Luglio 2017

bottiglietta copiabella copiaalto ok copiaNon so voi, ma io già provo anzitempo tristezza al pensiero che l'estate finirà e con l'estate l'abbondanza e varietà della frutta estiva....tristezza!!! ma questa anno arrivo preparata contrariamente agli anni scorsi, perchè già ho preparato le ciliegie sciroppate, il limoncello ed oggi il succo di frutta...o meglio la pesca in succo!

Grazie al cielo non ha il sapore dei succhi di frutta convenzionali, quelli a cui siamo erroneamente abituati, ma è proprio il succo e la spremuta della frutta senza varianti, una bontà pazzesca, indescrivibile !

La ricetta è semplice semplice, nessuna difficoltà, nessuna incertezza, poco tempo, l'uso di buone pesche mature e dolci sarà la garanzia per la bontà del nostro succo! non c'è periodo migliore che fine Luglio per approfittare sia per la maturazione ideale, sia per i costi veramente esigui.

Io vi consiglio di provare con una dose come ho fatto io, poi se gusto e sapore vi scompifferano e vi scompiffereranno assai assai,  portete acquistare una bella cassa di pesche riunire al tavola la famiglia, un coltello per uno e tra una chiacchiera ed una risata in un baleno avrete sbucciato i vostri chili di pesche...ecco questo è un ricordo che riaffiora della mia infanzia, dove mamma ci sedeva al tavolo e si dava il via alla preparazione delle confetture!

Arrivava mio padre con le casse comprate al mercato generale, ovviamente dopo un'accurata osservazione, nonchè critiche sull'acquisto, sul costo, sulla qualità, sulla maturazione, sulle dimensioni,sulla dolcezza e se c'è qualcosa che scordo pensatela pure perché mia madre non ne risparmiava una ...si cominciava con il lavaggio della frutta che volevamo fare tutti per stare con le mani in acqua in un periodo dove di certo non c'era l'aria condizionata nelle case e  tutte tre le figlie in canottiera e mutandine si pelava, affettava ,mangiava, ci si tirava la frutta  addosso quando mia madre non era presente tra lo spasso generale dei primi chili ! poi diventava un tantino noioso e finalmente mia madre dosava e cuoceva e sterilizzava barattoli ...io oggi di confettura poca per ovvi motivi...oggi Agrisicia docet...ma il ricordo di quella marmellata che durava anche più della stagione invernale e che dava il via alla stagione delle crostate infinite è infinitamente dolce !Anche  il sapore delle pesche sciroppate di Zia Pia di Cecina nelle nostre vacanze dai parenti, un must delle stagioni andate, sono sapori mai dimenticati...chissà forse mitizzati....il ricordo della cantina buia dove con circospezione si entrava pregno con l' odore anche un pò pungente della frutta che veniva li conservata, la magia del barattolo che si apriva in cucina  e la consistenza di quelle pesche gialle intendo riviverla quest'anno e preparare tante conserve di frutta estiva....man mano vi aggiorno, voi seguitemi sempre e condividete le vostre esperienze! e se l'articolo ti è piaciuto condividi sulla tua bacheca!

Ingredients

Instructions

Lavare,pelare ed affettare le pesche che devono essere assolutamente succose e maturava bene ogni qualità di pesche.In un tegame sciogliere a fuoco basso lo zucchero nell'acqua ed inserire la frutta ,portare a bollore e far cuocere per 10 minuti.

Frullare con un mini-timer ad immersione deve essere completamente liquido e privo di pezzettini.

Ancora bollente invasare con l'imbuto in delle bottiglie ermetiche e capovolgere fino a raffreddamento.Conservare in frigo per una settimana.

Se vogliamo giustamente prolungare la durata ed assicurarci una scorta invernale dopo aver invasato mettere in un tegame capace con acqua e portare ad ebollizione e far bollire per venti minuti.Conservare una volta freddo il un luogo fresco e buio.

Print
Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *