Paste di meliga ricetta Montersino, biscotti friabili e leggeri

Eccomi ancora alle prese con biscotti, eccomi ancora , e chissà per quanto , alle prese con il rifacimento di vecchi articoli del mio blog.

Sempre la solita storia , belle ricette, ricette d’autore, ricette meritevoli, foto vecchie e buie, obsolete e vergognose, vergognosi anche gli articoli e quindi ogni giorno cerco di rifarne   una  .

Certo sono sempre combattuta tra il rifacimento del vecchio e le novità e come si dice, dò un colpo al cerchio un colpo alla botte!

La cosa carina che è successa in questi anni, oltre al seguito sempre più numeroso di voi amici virtuali che ringrazio, è che ormai in molti riconoscono le mie foto prima ancora di vedere che sono le mie o leggendo un articolo lo riconoscono come mio senza ancora aver visto l’autore…sembrano cose da poco, ma sono cose determinanti nella crescita personale e professionale di una persona perchè tra tanto scopiazzare selvaggio avere , anche se in piccolo piccolo, un tratto distintivo che ti rende diverso  è una grande conquista ed un vanto personale.Dopo questa piccola divagazione in confidenza torniamo a noi , la botte a cui accennavo prima è il blog pieno di tante pagine ed articoli ingiustamente dimenticati che meritano una rinascita…potevo mai dimenticare questi deliziosi biscotti del grande maestro Montersino?

Le famose paste di Meliga dal suo libro GOLOSI DI SALUTE ,biscotti che hanno tra gli ingredienti la farina di mais  fine, in Piemonte chiamata di MEIA o MELIGA   espediente che usarono per ovviare alla mancanza di farina 00, la grana di questa farina conferisce una consistenza particolare ed anche un gusto leggermente diverso dal solito, ma assolutamente accattivante ed irresistibile.

Quando si tratta di tradizione cerco di attenermi fedelmente e cerco ricette il più veritiere possibili ed in questo caso a chi bussare  se non ad un pasticciere Piemontese?

Ora non mi resta che scrivere la ricetta sicura che se non li conoscete ve ne innamorerete, se già li conoscete  può diventare l’occasione e lo stimolo per rifarli così come h fatto io per innamorarmene nuovamente.

Print Recipe
Paste di meliga ricetta Montersino per biscotti friabili e leggeri di Montersino
Le "paste" o biscotti di meliga sono dei tipici biscotti piemontesi particolarmente friabili e leggeri e vengono chiamati così perchè la base caratterizzante è la farina di mais sottile chiamata melia o appunto "meliga".A quale piemontese potevo bussare se non a Montersino?ed ecco la sua fantastica ricetta semplicissima da realizzare in pochissimo tempo e con solo uova, farina di mais, farina 00, uova e vaniglia.
Tempo di preparazione 10 minui
Tempo di cottura 12 minuti
Tempo Passivo 2 ore
Porzioni
40 biscotti
Ingredienti
  • 200 g di farina di mais fioretto
  • 200 g di farina 00
  • 200 g di burro
  • 1 di uovo intero
  • 1 di tuorlo
  • 160 g di zucchero
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 bacca di vaniglia semini
Tempo di preparazione 10 minui
Tempo di cottura 12 minuti
Tempo Passivo 2 ore
Porzioni
40 biscotti
Ingredienti
  • 200 g di farina di mais fioretto
  • 200 g di farina 00
  • 200 g di burro
  • 1 di uovo intero
  • 1 di tuorlo
  • 160 g di zucchero
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 bacca di vaniglia semini
Istruzioni
Procedimento in ciotola o spianatoia
  1. Setacciare le farine e lo zucchero e aggiungere poco alla volta il burro leggermente ammorbidito. Mescolare con un cucchiaio di legno aggiungere l’uovo e il tuorlo. Si otterrà un composto cremoso ma compatto.
Procedimento con bimby
  1. Inserire tutti gli ingredienti nel boccale ed avviare le lame 70 sec. vel 4 i. Raccogliere l'impasto che sarà bricioloso e compattare velocemente in spianatoia.
  2. Avvolgere il panetto con pellicola trasparente e lasciare in frigo per qualche ora. Riprendendo l'impasto modellare leggermente e poi stendere tra due fogli di carta forno a 7 mm e formare i biscotti. Poggiare in teglia e rimpastare man mano i ritagli fino ad esaurimento , se necessario lasciare qualche minuto in frigo.
  3. Cuocere a 180° per circa 12 minuti a 180° statico .Non togliere dalla teglia se non a completo raffreddamento perchè caldi sono morbidi, raffreddando diventeranno leggeri, friabili ed asciutti.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Vota*

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *