Panettone gastronomico di Adriano

Panettone gastronomico di Adriano

By 20 novembre 2016

Si avvicinano le feste ,le grandi tavolate,i buffet pieni di parenti ed amici ed è meglio non farci cogliere impreparati.Ci sono quelle preparazioni proprio tipiche del periocop-webdo sia dolci che salate che non possono proprio mancare,una di queste è la tavola apparecchiata a festa con un bel panettone gastronomico ricco di farciture e colori che occhieggia e tenta tutti dal centro della tavola! non si può resistere, piace a tutti e si prende di mira la farcitura che più piace e magari ci si mette  li vicino aspettando che qualcuno liberi il piano superiore per arrivare al tramezzino con salmone che tanto amiamo,vi risulta o è solo una mia strategia?i super ne offrono di diverse marche ,ma a noi non piacciono,danno di chiuso,di conservato,di brioscina,di pancarrè....ma lo sapete quanto poco ci vuole a fare un panettone gastronomico soffice,profumato,genuino? qualche ora è vero,ma mentre lievita mica dobbiamo stare a guardarlo e quindi impastiamo facciamo lievitare,rilievitare ...non perdete la pazienza nel frattempo fate altro,uscite pure per una spesa veloce o per portare i figli in palestra ,ma non scordatevi di lui! io in questi giorni ho preparato quello di Adriano dal suo blog "profumo di lievito"http://profumodilievito.blogspot.it/2010/12/il-panettone-gastronomico.html in occasione di una festa e la comodità incredibile è la possibilità di poter congelare il panettone per trovarlo pronto all'uso,vi lascio la ricetta e giudicate voi

 

Instructions

La sera sciogliamo 12gr di lievito in 300gr latte, uniamo 150gr di farina, sigilliamo e riponiamo in frigo a 5 – 6°.

L'indomani mattina dopo 12 ore  trasferiamo il contenitore a temperatura ambiente, sciogliamo il lievito rimanente ed il malto nei 30gr di latte appena tiepido e mescoliamo con un cucchiaio abbondante di farina aspettando il raddoppio in circa 30 minuti

Uniamo i due preimpasti, le 2 uova e tanta farina quanta ne basta per compattare la massa, con il gancio, a bassa velocità .L'impasto si presenterà asciutto e bricioloso.
Uniamo 1 tuorlo con metà dello zucchero, seguito a breve da una spolverata di farina e, all’assorbimento, il secondo tuorlo con tutto lo zucchero ed il sale.
Lasciamo legare l’impasto, poi inseriamo gradatamente il burro appena morbido a pezzi piccoli avendo cura che sia assorbito il precedente prima di inserire il successivo e impastiamo a media velocità, ribaltando di tanto in tanto la massa nella ciotola, fino a che l’impasto non si presenta ben liscio. L'impasto è sostenuto,ma morbido,non particolarmente cedevole ,facciamo la prova del velo.Arrotondiamo l'impasto e facciamo lievitare a 28° fino al raddoppio.

Rovesciamo l’impasto sul piano di lavoro con uno spolvero leggero di farina, stendiamolo a rettangolo con un mattarello e diamo una sola piega a 3. ristendiamo a rettangolo ed avvolgiamo stretto per il lato lungo.Dividiamo l'impasto in due metà esatte e con la piega in su ed avvolgiamo con i pollici senza serrare eccessivamente.
Avvolgiamo a palla con una serratura media riporto immagini del blog del maestro per maggiore comprensione

pan-canasta-collage-pieghepan-canasta-collage-formaturatrasferiamo in stampi da panettone da 750gr ennelliamo la superficie con poco albume, sigilliamo e trasferiamo a 28° fino a che l’impasto non arriva a due dita dal bordo.

Pennelliamo ancora con albume ed inforniamo a 170° fino a completa cottura (ca 45’ – prova stecco

Sforniamo, infilziamo la base con due ferri da calza e poniamo a raffreddare a testa in giù.

Print
Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *