Panettone alla nutella e cioccolato

Una ricetta di panettone dedicata a chi non ama uvetta e frutta candita, un panettone per chi è più che goloso, un panettone che sarà particolarmente amato dai bambini e dai ragazzi che saranno alibi e scusa per la preparazione anche se  ci troveremo tutti a tavola, dal nonno al nipotino a contenderci le fette di questa golosità.

Generalmente sono poco incline a sospensioni diverse dalle solite, ma questa anno, dopo la nuvola al limoncello, sempre del blog Ale & Titti di Alessandra Rosati https://www.dolcimerendeedintorni.it/la-nuvola-doro-con-pm-solida/, ho deciso di andare oltre e che sia Nutella e cioccolato senza farci mancare una spessa glassa al cioccolato con mandorle e pistacchi, insomma l’apoteosi della golosità per gli amanti del genere!

Intanto mi trovo a scrivere questo articolo alle 5 del mattino in ansia per il primo impasto dei panettoni Morandin ,impasto che non si è mosso assolutamente, bene!

Loro sono fatti così …volubili e capricciosi, quando fanno capolino nelle nostre case già con le ricette  generano ansia da prestazione, poi ansia da pasta madre, poi ansia da primo impasto e poi la lunga incognita, quanto tempo impiegheranno per lievitare? inutile far programmi, loro giocano con te e con i tuoi impegni, monopolizzano l’attenzione, le notti ed il giorno, e noi ci possiamo solo adeguare e soccombere alle loro volontà imperscrutabili!

Poi la magia ,avvilita ed affranta dall’attesa ricalcoli la  tempistica, ragazzi da accompagnare, lavoro, spesa.,parrucchiere che durante le feste è  una minaccia, e provi ad assentarti , fai tutto a velocità, chiedi alla persona che ti aiuta in casa di inviarti foto ogni mezz’ora mentre si corre e si commenta con le amiche sui tempi, manco fossimo tutte partorienti alla 40 esima settimana…poi scatta l’allarme rosso, ci ha impiegato 20 ore anzichè 12 come da copione, ricalcoli le uscite anche quelle del venerdì sera con gli amici e ti butti sulla planetaria urlando al marito ,tranquillo ce la faremo, nel caso vai avanti tu! (si spera)

E ce la facciamo si, ogni natale una sfida, una nuova ricetta, un nuovo corso, novità, nuove consapevolezze, altre certezza ma la morale è sempre la stessa …l’emozione e l’adrenalina che ti da la preparazione dei grandi lievitati è unica, l’approvazione degli amici che condividono tale stress nelle loro case ti gratifica, la constatazione della perfezione di una mollica e della sua alveolatura ti gratifica delle nottate , dell’ansia, delle spese, l’assaggio ed il taglio di fronte ai commensali è adrenalina pura, nessuno capirà nulla, nessuno scruterà l’alveolatura e le dimensioni dell’alveolo se ma disciplinare , molti ti diranno “buono” sorseggiando un caffè o chiacchierando incurante con la zia, mentre tu si tutta un fremito, assolutamente incompresa ti congratuli mentalmente con te stessa, fotografi e sei in pace con te stessa, si spera, e voltiamo pagina! prossimo natale altre sfide ci attendono per il momento godiamoci questo panettone ed auguri di un sereno Natale a tutti!

https://ipasticcidialetitti.blogspot.com/2017/01/panettone-cioccolato-e-nutella.html   

Print Recipe
Panettone alla Nutella e cioccolato
Un panettone che nasce per la gioia dei bambini e di tutti quelli che con il ditino scansano canditi ed uvetta, e incredibile ma vero, sono ahimè tantissimi.Un panettone con pasta madre gioioso e particolarmente ricco di gocce di cioccolato fondente e che profuma di zucchero di canna e di Nutella, di buono, di natale, come resistere?non si può...
Tempo di preparazione 24 ore circa
Tempo di cottura 30 minuti
Tempo Passivo 20 ore
Porzioni
1 da 1 kg
Ingredienti
Primo impasto
Secondo impasto
Tempo di preparazione 24 ore circa
Tempo di cottura 30 minuti
Tempo Passivo 20 ore
Porzioni
1 da 1 kg
Ingredienti
Primo impasto
Secondo impasto
Istruzioni
Occorrente
  1. 1 pirottino carta da 1 kg
  2. 2 spilloni per panettone
  3. 1 sonda per temperatura al cuore
PRIMO IMPASTO
  1. Inserire nella ciotola della planetaria con la foglia l'acqua e lo zucchero di canna e miscelare.Lo zucchero di canna se troppo grosso va leggermente raffinato per renderlo
  2. Inserire la pasta madre spezzettata, la farina e meno della metà dei tuorli e impastare fino ad ottenere una incordatura tenace.
  3. Unire ora la restante parte dei tuorli, incordare ed unire a pezzetti il burro leggermente ammorbidito.
  4. Durante l'inserimento del burro ribaltare l'impasto di tanto in tanto per asciugare l'impasto e favorire il miglio inserimento.
  5. Raccogliere l'impasto, poggiare in un boccale graduato per verificare la lievitazione, e lasciare a 25° per circa 12 ore o fino a quando non sarà triplicato.
SECONDO IMPASTO
  1. Inserire nella ciotola della planetaria il primo impasto triplicato, il malto e la farina incordando l'impasto.
  2. aggiungere i tuorli e lo zucchero senza mai perdere l'incordatura, inserire nel contempo il sale.
  3. Inserire il miele a filo ed il burro a pezzetti morbidi ribaltando di tanto in tanto, unire la Nutella ed impastare fino ad ottenere una perfetta incordatura ed un bel velo, caratteristica di questi impasti indice di una perfetta lavorazione.
  4. Togliere la foglia, inserire il gancio e distribuire le gocce di cioccolata precedentemente surgelate .
  5. Prelevare l'impasto dalla ciotola ed arrotondare su spianatoia e far riposare per un'ora, poi dare una prima pirlatura.
  6. Dopo trenta minuti dare un'atra piallatura e poggiare nell'apposito pirottino ben coperto a 26° finche non raggiunge quasi il bordo. I lati devono essere a 1, 5 cm dal pirottino.
  7. Se volete glassare il panettone spennellate la cupola con del latte
  8. Infornare in forno statico preriscaldato a 160° per circa 50 minuti con prova della sonda al cuore a 92 °.
  9. A cottura ultimata infilzare con gli appositi spilloni alla base e rivoltare tenendo così per circa 12 ore per evitare che collassi.
  10. Quando sarà ben freddo glassare
  11. sciogliere a bagnomaria il cioccolato a pezzetti con il burro cacao o una nocciolina di burro.
  12. Foderare i lati del panettone con della pellicola per evitare che si sporchi il piroettinoi quando versiamo la glassa.
  13. Togliere la pellicola quando anche la glassa sarà fredda e imbustare. L'assaggio è consigliato 4 5 giorni dopo in modo che con il tempo il panettone possa sprigionare tutti i suoi aromi.
Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *