Pane cunzato

Pane cunzatu

By 21 Luglio 2015

Consuetudine serale per  una cena tra  amici improvvisata all'ultimo momento, per una scampagnata, per  una sera dove non si sa cosa mangiare il PANE CUNZATU è molto spesso preferito qui a Catania ad una pizza...la sera il profumo di questo pane nei panifici riempie i sensi e stimola decisamente l'appetito...

E' un pane con una mollica morbida e spugnosa che assorbe l'olio e gli aromi emanati dalle olive, dalle acciughe ,dal formaggio, se ne impregna fino a diventare una cosa sola...

qui da noi si abbonda sempre in fatto di condimenti e se viene preparato in  casa ovviamente la scelta degli ingredienti è di eccellenza  e la freschezza del pane appena sfornato...direttamente dal produttore al "mangione" lo rendono una cena da re!

Pochi ingredienti,pochissimi veramente per un pane semplice e morbido gustosissimo "cunzato", ma anche da mettere semplicemente   tavola.

Un pane che si realizza in poche ore e dal quale si ricava una soddisfazione immensa.

Quando ho preparato il pane era destinato al  pranzo,   volevo provare una nuova qualità di semola, un pane fatto a sentimento senza regole e presupposti, ma ne è venuto fuori un pane "di cuore"che è stato enormemente apprezzato ed anziché accompagnare l'insalata con questo pane,  messa da parte la pasta ed il resto abbiamo pranzato con questi bei panini e come diciamo qui in Sicilia "ci siamo arricriati"!!!

se la ricetta vi è piaciuta lasciate un like all'articolo,se vi fa piacere postare una foto del vostro elaborato potete farlo qui...https://www.facebook.com/dolcimerendeedintorni/ e con un like a questa pagina rimarrete sempre aggiornaticiambellacucciddatufette

Ingredients

Instructions

Setacciare la semola con i fiocchi di patate e idratare nella ciotola della planetaria   con 350 g di acqua per 15 minuti.
Sciogliere 5 g di lievito  in 40 g di acqua ed un cucchiaino di malto.
Versare il lievito nella farina e cominciare ad impastare fino ad arrivare ad una velocità molto sostenuta  per 8 minuti, quando cominciamo l'impasto inserire   10 g di sale. Incordare, ribaltare una volta, impastare ancora qualche minuto e chiudere l'impasto.

Mettere a lievitare fino al raddoppio in una ciotola sigillata; al raddoppio dare un doppio giro di pieghe del 2 tipo e dopo 15 min usi un altro doppio giro sempre con la chiusura sotto

Accendere il forno a 250° dare una forma possibilmente a ciambella facendo un buco al centro del panetto ed allargando leggermente a formare il "cucciddatu". O dividere l'impasto e formarne due di ciambelle.

Fare scivolare dalla pala ben cosparsa di semola alla piastra arroventata per 10 minuti su pietra refrattaria, poi  nebulizzare ed abbassare la temperatura 230° fino a cottura circa 30 minuti.

Assicuriamoci che sia ben cotto battendo il sotto con le nocche, se otteniamo un bel rumore sordo sarà pronto altrimenti prolunghiamo la cottura sempre nella parte più bassa del forno.

Tagliare tiepido e farcire o con i condimenti tipoci: fettine di formaggio ,olive ed acciughe o come più vi piace! 20150707_12471120150707_12491820150707_125357

Print
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Vota*

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *