Pane con nocciole a lievitazione naturale

Fate come dico, non fate quel che faccio! mentre nella ricetta ho scritto il procedimento esatto, c’è poi il fattore sorpresa, quello che non immagini come uscire per una cena e dimenticare fuori il pane in lievitazione che sarebbe dovuto andare in frigorifero dopo un’ora dalla formatura…morale al ritorno si poteva infornare, ma credetemi per quanto io ami il pane alle 2 di notte anche no, vado a letto e basta!

Che succede quindi? che è andato oltre lievitazione ed in forno non ha avuto quello sviluppo che avrebbe dovuto.Fortunatamente non è passato di lievitazione, ma il risultato poteva essere decisamente migliore ed avere uno sviluppo diverso.Ma non tutte le ciambelle riescono con buco, non tutti i pani hanno la classica forma del coniglio tanto ambita.

Lamentarmi sarebbe assurdo, perché il gusto è eccezionale, così come la mollica lieve e soffice ed una crosta croccante, insomma i requisiti ci sono quasi tutti…perchè pubblicare comunque se non sono del tutto soddisfatta? perchè non siamo infallibili, perchè non sono una panettiera, perchè nei panifici vendono pane con formature terribili e senza grazia ed il mio, da un’umile appassionata quale sono, è comunque migliore di tutto il pane in vendita nei dintorni e mi piace, mi piace , mi piace!

Vi lascio la ricetta e mi raccomando il colppo di sonno non è previsto, neanche l’uscita improvvisa e neanche che non ci sia nessuno a casa a salvare il salvabile!

Ecco la mia ricetta e ricordate di  attenzionare la sezione  pane e pan bauletti a lievitazione naturale , come anche se non avete licoli o pasta madre, la  grande sezione dedicata a pane e pan bauletti con lievito di birra.

Non mi resta che augurarvi buoni impasti e di divertirvi ,anche se a volte i programmi hanno imprevisti e non tutto riesce come vorremmo!!

Print Recipe
Pane con nocciole a lievitazione naturale
Il solito pane , ma con l'aggiunta di nocciole per un sapore più particolare ed accattivante.Una lunga autosili, licoli, un impasto semplice e poi laminazione per l'inserimento delle nocciole.Certo i tempi sono lunghi quando parliamo di licoli o pasta madre, ma poi il regalo di sapore e profumi insostituibili per cui nasce un amore indissolubile con il pane .
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 60 minuti
Tempo Passivo 18 ore
Porzioni
1 filone
Ingredienti
  • 250 g di farina w 350
  • 125 g di farina tipo 1
  • 125 g di farro
  • 400 g di acqua
  • 100 g di licoli
  • 12 g di sale
  • 20 g di olio
  • 150 g di nocciole
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 60 minuti
Tempo Passivo 18 ore
Porzioni
1 filone
Ingredienti
  • 250 g di farina w 350
  • 125 g di farina tipo 1
  • 125 g di farro
  • 400 g di acqua
  • 100 g di licoli
  • 12 g di sale
  • 20 g di olio
  • 150 g di nocciole
Istruzioni
  1. Cominciare la preparazione mescolando tutte le farine con 300 g di acqua in modo che le farine vengano tutte inumidite , coprire e lasciare in autosili in frigorifero per 3/4 ore. Prelevare dal frigo le farine, aggiungere il licoli, avviare la spirale, aggiungere man mano l'acqua aumentando la velocità della spirale portandola al massimo alla fine dell'inserimento.Aggiungere il sale ed incordare.Aggiungere in ultimo l'olio a filo senza perdere l'incordatura, terminare l'impasto.La maglia deve essere elastica, tenace e resistente.
  2. Lasciare nella ciotola per trenta minuti. Ungere il piano di lavoro, poggiare l'impasto ed allargare da sotto distribuire le nocciole e richiudere l'impasto , dare delle pieghe a portafoglio e poggiare in un contenitore graduato ed aspettare che lieviti al mezzo.NON DEVE RADDOPPIARE , ma salire della metà del volume.
  3. Ribaltare l'impasto sul piano di lavoro, allargare leggermente e fare la proforma, coprire a campana per trenta minuti e dopo fare la forma a filone e poggiare nell'apposito cestino da lievitazione .Attendere un 'ora e poggiare in frigorifero per la notte .
  4. L'indomani accendere il forno a 250° con dentro la pentola di ghisa senza coperchio che riscalderaccanto.Appena il forno giunge a temperatura prelevare il tegame, inserire il pane dove avremo praticato il taglio con la carta forno , chiudere il coperchio e cuocere a 250° per 20 minuti, toglier il coperchio abbassare la temperatura a 200° e cuocere ancora 20 minuti, prolungare la cottura ancora per 10 minuti in modalità ventilata a 200°.
  5. Togliere il pane dal tegame far raffreddare su una gratella.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Vota*

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *