Non sono buondì

Buongiorno!

No, non sono buondì, vi ho delusi?  ma la ricetta dei buondì è già presente nel mio blog e merita certamente di essere aggiornata con foto decenti, ma tra tante novità che ho in corso non ho tempo sufficiente per far tutto!

Quindi oggi niente buondì, ma delle piccole e deliziose brioche senza uova, perché in tanti reclamate lievitati senza uova per le intolleranze e per una maggiore leggerezza.In verità queste così leggere non sono nostante l’aspetto candido ed innocente, a parte le uova che mancano per esplicita richiesta , hanno tutto, burro, panna, zucchero, son ricche è vero, ma anche di una leggerezza incredibile, leggerezza data dall’inserimento del water roux che conferisce una particolare morbidezza e  durata agli impasti.

Non mi potete chiedere tutto ok ? non ci sono le uova , male  brioche devono avere quel buon profumo di burro e panna, quell’aroma lieve di vaniglia ed essere golose al punto giusto senza per essere stucchevoli!

Riuscita in pieno nell’impresa  oggi le presento a voi così piccine piccine, due bocconi e via, ma potreste fare se non avete tempo/pazienza per formare 35 brioscine come me che stavo perdendo la pazienza ,una treccia o un bauletto e la restante parte delle graziose e garbate brioscine… nella ricetta grammature e dimensioni.

Mi scuso perché le mie ricette son sempre piene, anche eccessivamente, di passo passo per le formature, ma questa volta talmente sovra pensiero che me lo sono scordato, ma non temete formatura banale da fare ad occhi chiusi e con una sola mano, anche con una sola gamba, insomma un giochetto da bambini…ma non esageriamo se ci fosse stato il “nonnanonnina” sarebbe stato un treccione!

P.S. per chi si è appena affacciato alla pagina io sono “nonaanonnina”ed ho un meraviglioso aiutante di quasi tre anni in cucina che allieta  e partecipa attivamente alle mie preparazioni.

Sono in arretrato di parecchie puntate, tant’è vero che amiche pensavano che la pagina non si aggiornasse più perché ferma ai biscotti di circa 10 giorni fa, non è così, è stata purtroppo un a settimana dolente e travagliata con poca voglia di fare ed ancora meno di scrivere, ma se ti acchiappa l’insonnia e le pecore stanno nell’ovile e non sai a che santo rivolgerti, beh allora chissà che  scrivere non abbia su di me un effetto soporifero, anche se lo scrivere ed il leggere quand’ero  ragazzina sono stata la causa di tante notti insonni nella bramosia di concludere romanzi o mie considerazioni su notes che il giorno dopo sembravano non appartenere a me! Scrivere è un impeto, molto spesso ormai un esercizio, ma se hai da scrivere hai da dire come si può dormire?

Ormai però son ricette che scrivo ed hanno un inizio ed una fine e quindi metto un punto per non tediarvi inutilmente sono andata ben oltre  e con la raccomandazione di provare questa super ricetta e taggatemi su Instagram, ormai è più “faschion”!

Vi lascio la ricetta dei buondì sessiste tradizionalisti e  vi è venuta la voglia,ma attenti al meteorite potrebbe colpire, fate brioscine oggi!

https://www.dolcimerendeedintorni.it/buondy-con-i-bimby/

Print Recipe
Non sono buondì
Non sono buondì, ne hanno l'aspetto, ma diversi per sapore e consistenza sono ottime piccole brioche del mattino.Sofficissime, lievemente dolci, senza uova e con granella di zucchero rimangono morbide per giorni per l'uso del water roux, un preparato magico per i nostri lievitati.
Tempo di preparazione 4 ore circa
Tempo di cottura 15 minuti
Tempo Passivo 3 ore
Porzioni
30 brioscine
Ingredienti
Tempo di preparazione 4 ore circa
Tempo di cottura 15 minuti
Tempo Passivo 3 ore
Porzioni
30 brioscine
Ingredienti
Istruzioni
PROCEDIMENTO WATER ROUX
  1. GLI INGREDIENTI NONN SONO PRESI DAL TOTALE Unira a 120 g di acqua 30 g di farina sciogliendo in modo da non lasciare grumi. Mettere sul fuoco e portare a 65° sempre mescolando, togliere dal fuoco mentre addensa e far raffreddare.Avremo un composto gelatinoso.
PROCEDIMENTO
  1. Preparare il lievitino unendo 250 g di latte,250 g di farina , il lievito ed il malto.Unire la farina mescolando fino ad ottenere una cremina, coprire e far lievitare, ci vorrà circa un'ora.
  2. Unire nella ciotola della planetaria il lievitino, il water roux ed 1/3 della farina rimanente 1/3 dello zucchero ed 1/3 della panna facendo incordare. Proseguire nello stesso modo in due successivi inserimenti .
  3. AD impasto incordato ed elastico unire a fiocchetti il burro man mano che viene assorbito ed il sale . Dopo aver incordato e fatto la prova del velo unire la vaniglia a filo e concludere l'impasto,
  4. Rincalzare con un tarocco e coprire per far lievitare al raddoppio, circa 90 minuti a 26°
  5. Prelevare l'impasto e poggiare in spianatoia facendo un. giro di pieghe a portafoglio.
  6. Far riposare l'impasto a campana circa 15 minuti e con il tarocco sezionare l'impasto in pezzetti dal peso ci circa 40 g.
  7. Arrotondare, appiattire creare dei piccoli cilindri serrando e delicatamente porre nei piccoli stampi su carta forno e far lievitare finché l'impasto ha quasi raggiunto il bordo.
  8. Spennellare con la panna, distribuire la granella di zucchero ed infornare per circa 15 minuti a 180° statico. Togliere dal forno ben chiari per avere una pellicina soffice e delicata.
  9. Potete usare gli stampi una e getta per plumcake in questo caso potete fare da 50 g .
  10. Si mantengono soffici a lungo ed è possibile anche uno stampo unico da 30 x10 con 800 g di impasto e la rimanenza farne brioscine.
Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *