Gingerbread o pan di zenzero

Per tutti c’è la prima volta…è questa lo è stata per me!!

I gingerbread, letteralmente pan di zenzero, sono dei biscotti speziati tradizionalmente prepararti durante le festività natalizie nei Paesi di origine anglosassone quali Nord America, Inghilterra e Nord Europa,.hanno fatto un lungo viaggio, non so se in aereo o autobus o sono approdati anche loro  sulle coste orientali della Sicilia tra  uno sbarco di clandestini ed un altro   ….sperando di portare un sorriso!

Il loro nome deriva dalla parola latina “zingiber”, cioè zenzero, per via del fatto che la spezia prevalente nell’impasto dei gingerbread è proprio lo zenzero, ma viene  usata anche cannella, chiodi di garofano e noce moscata.
Tutti questi gingerman mentre li mettevo in mostra per le foto credevano d’essere Zenzy …avete presente il film di Shrek? hanno preteso tutti una foto in primo piano ,ma non sono famosi per questo film perchè la loro origine è lontanissima! Addirittura nel 500 si parla di questi biscotti venduti nelle farmacie e nei mercatini .

Sono nati in Armenia e sono stati esportati in Europa dai monaci armeni nel 992 d.C., durante i secoli successivi la ricetta dei gingerbread si è diffusa tra i monaci della Francia, della Germania (dove tuttora esiste una versione di questi biscotti speziata al pepe (pfefferkuchen), della Svezia e della Gran Bretagna, ma è la  la cittadina di Shropshire, in Inghilterra, che è diventata il punto di riferimento nella produzione del pan di zenzero, perchè scelse nel 1793  l’omino di gingerbread come simbolo della città.

Li abbiamo adottati e come non farlo? portano profumi antichi e lontani,portano gioia, attesa e colore, portano la trepidazione di manine che li appendono all’albero, il sorrso di mamme compiaciute nel prepararli, allegria ed atmosfera, benventuti gingerman a casa mia!

Print Recipe
Gingerbread o pan di zenzero
I gingerbread, letteralmente pan di zenzero, sono dei biscotti speziati tradizionalmente prepararti durante le festività natalizie nei Paesi di origine anglosassone quali Nord America, Inghilterra e Nord Europa,.hanno fatto un lungo viaggio e sono arrivati fino a noi, vediamo come prepararli con il bimby
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 17 minuti
Tempo Passivo 60 minuti
Porzioni
Ingredienti
  • 350 g farina 0 o con w 280
  • 150 g di melassa scura in mancanza inserire miele
  • 100 g di miele
  • 1 uova intere
  • 150 g di burro
  • 2 cucchiaini di zenzero in polvere
  • 2 cucchiaini di cannella
  • 1/2 cucchiaino di noce moscata
  • 5 chiodi di garofano macinati
  • 1 la punta di cucchiaino di bicarbonato
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 17 minuti
Tempo Passivo 60 minuti
Porzioni
Ingredienti
  • 350 g farina 0 o con w 280
  • 150 g di melassa scura in mancanza inserire miele
  • 100 g di miele
  • 1 uova intere
  • 150 g di burro
  • 2 cucchiaini di zenzero in polvere
  • 2 cucchiaini di cannella
  • 1/2 cucchiaino di noce moscata
  • 5 chiodi di garofano macinati
  • 1 la punta di cucchiaino di bicarbonato
Istruzioni
  1. Inserire nel boccale il burro (ammorbidito a temperatura ambiente) e lo zucchero. 50 Sec. Vel. 3.
  2. Aggiungere l'uovo e il miele o la melassa che conferirà un colore più ambrato 15 Sec. Vel. 3/4.
  3. Gradualmente aggiungere la farina e le altre polveri e mescolare. 10 Sec. Vel. 5.
  4. Impastare. 1 Min. Vel. Spiga.
  5. Prelevare l'impasto dal boccale stendere a 7 mm tra due fogli di carta forno leggermente infarinati e riporre in frigo per almeno un'ora.
  6. Coppare con le apposite formine per staccare gli omini senza spezzarli e senza difficoltà fare eventualmente un altro passaggio in frigo.
  7. Porre sulla leccarda con carta forno in forno caldo ventilato a 180°C per 12 minuti poi continuare per altri 5 minuti sempre forno ventilato a fessura così si asciugano diventando più croccanti. Sfornati saranno comunque morbidi ,diventerenno croccanti raffreddando.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Vota*

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *