Focaccia leggera allo yogurt greco, anche con licoli

Da tanto non sfornavo una focaccia, ma questo è un periodo strano, inquieto dove non quadrano più i conti e sfasano i tempi e spesso mi trovo a dover rimandare, rimandare, rimandare, quello che desidero ed amo fare e poca soddisfazione mi danno ciambelle e tortine che occupano cinque minuti del mio tempo, ma sono pur sempre utili a staccare la spina e riconciliarmi tra uova e farina con il mio mondo.

Leggo mille articoli, salvo mille ricette, vorrei fare mille cose, ma poi il pensiero dei genitori anziani e così instabili con la salute mi fa passare la voglia di impegnarmi ed in un certo senso di perdere tempo.

E si, perchè per  chi non è addentro, la passione che mi accomuna  a molte di voi, è una perdita di tempo!

Impieghi ore a fare, ad aspettare , a sospirare, desiderare, a seguire lievitazioni infinite ed a sognare alveolature perfette e la fredda logica urla “machitelofafare”, d’altro canto invece la passione incita a continuare  per questa strada. Un periodo in cui l’umore è una montagna russa, la voglia di fare è un terreno minato, raptus di operatività seguono  a momenti in cui l’unico desiderio sarebbe  stare a letto per un tempo infinito…

Oggi una giornata operativa e via a  torte, crostate, pane ed anche  questa focaccia  e mentre le altre preparazioni sono le stesse collaudate e solite, con questa focaccia ho voluto provare un nuovo impasto, niente di difficile o impegnativo, con lievito di birra , una media lievitazione, ma sono rimasta stupita dalla leggerezza assoluta e dalla sua bontà .Bianca con solo olio, sale ed aromi o con cipollina fresca o con zucchine a fettine o con pomodorini confit, insomma le idee stuzzicanti e golose non mancano…la cosa strana è che invece la fame è li stabile, mia compagna di vita nel bene e nel male…sapete di quelle persone che perdono l’appetito in periodi di nervosismo o dispiaceri…ma esistono veramente o è solo una leggenda metropolitana per sentirmi io sempre in colpa?

Sto bene ed ho fame, sto male ed ho fanne, ho l’intossicazione ed ho subito fame, ho la febbre , ma poi fame, insomma la maledizione che mi perseguita in ogni circostanza di vita, lei è li e non c’è mai un momento in cui si scorda di me!

Ditemi che non esistono quelle persone mitologiche  e sono normale io!!! 

Print Recipe
Focaccia leggera allo yogurt greco, anche con licoli
Una focaccia leggerissima, con pochissimi grammi di lievito di birra ,alta idratazione lunga lievitazione in frigo ed il successo è assicurato. Leggera, croccanti ottima anche da farcire oltre che per accompagnare insalate e salumi, è gustosa ed irresistibile. Non solo lievito di birra, ma anche con licoli.
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 15 minutii
Tempo Passivo 24 ore
Porzioni
2 teglie da 26 x36
Ingredienti
Ingredienti con lievito di birra
  • 400 g di farina proteine 14
  • 50 g di semola
  • 50 g di farina multicereali io Caputo
  • 4 g di lievito compresso
  • 330 g di acqua
  • 13 g di sale
  • 1 cucchiaino di sciroppo di malto
  • 170 g di yogurt greco
  • 30 g di olio EVO
Ingredienti con licoli
  • 400 g di farina proteine 14
  • 50 g di semola
  • 50 g di farina multicereali
  • 150 g di licoli
  • 250 g di acqua
  • 13 g di sale
  • 1 cucchiaino di sciroppo di malto
  • 170 g di yogurt greco bianco
  • 30 g di olio EVO
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 15 minutii
Tempo Passivo 24 ore
Porzioni
2 teglie da 26 x36
Ingredienti
Ingredienti con lievito di birra
  • 400 g di farina proteine 14
  • 50 g di semola
  • 50 g di farina multicereali io Caputo
  • 4 g di lievito compresso
  • 330 g di acqua
  • 13 g di sale
  • 1 cucchiaino di sciroppo di malto
  • 170 g di yogurt greco
  • 30 g di olio EVO
Ingredienti con licoli
  • 400 g di farina proteine 14
  • 50 g di semola
  • 50 g di farina multicereali
  • 150 g di licoli
  • 250 g di acqua
  • 13 g di sale
  • 1 cucchiaino di sciroppo di malto
  • 170 g di yogurt greco bianco
  • 30 g di olio EVO
Istruzioni
  1. inserire le farine in planetaria versare 250 g di acqua , girare per far assorbire e distribuire l'acqua e lasciare in autolisi per un'ora. SE usiamo il licoli inserire anche questo.
  2. Con lievito di birra -Sciogliere il lievito nella restante acqua con il malto e versare pan piano nella ciotola con la foglia in movimento.
  3. Con licoli inserire direttamente lo yogurt a cucchiate con la spirale aumentando man mano la velocità della spirale, unire il sale ed incordare.Ci vorranno circa 12 minuti a velocità molto sostenuta.
  4. Con lievito di birra -Aggiungere lo yogurt a cucchiate aumentando man mano la velocità della spirale, unire il sale ed incordare.Ci vorranno circa 12 minuti a velocità molto sostenuta.
  5. Con l'inasto perfettamente incordato inserire a filo l'olio e continuare per qualche giro fino ad assorbimento.
  6. Raccogliere l'impasto ed inserire in ciotola e fare subito un giro di pieghe portando i lembi verso il centro.Ripetere le pieghe per tre volte ogni 15 minuti, dopo la terza piega capire e poggiare in frigo a 4 ° e lasciare al massimo 24 ore circa.
  7. Con licoli aspettare il raddoppio e lasciare in frigo fino a 24 ore.
  8. Prelevare l'impasto e lasciare a temperatura ambiente per circa tre ore.Ribaltare sulla spianatoia sollevata di farina e fare una piega a portafoglio, coprire a campana per circa trenta minuti.Dividere l'impasto in due parti uguali.
  9. Ungere le teglie e poggiare al centro l'inasto allargando leggermente per quanto è possibile senza sgonfiare o tirare.Coprire con pellicola e allargare di nuovo dopo 15 minuti.
  10. Accendere il forno a 250° ventilato ed allargare di nuovo l'impasto che sarà cedevole ed elastico.Girare un filo d'olio e condire con sale aromatizzato o con cipollina fresca rondella.
  11. Infornare a 250° mod. ventilate per circa 15 minuti.
Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *