Focaccia genovese

Focaccia genovese

By 28 Settembre 2016

fette intere fetteDopo essere stata a Genova ed aver assaggiato le loro meravigliose focacce secondo voi potevo tornare senza replicare   o quanto meno provarci?? Solo una settimana fa ero li seduta in quella focacceria a gustare prelibatezze ed oggi son qui a casa mia a gustarne altrettante!!

e si ho replicato ed alla grande..

La ricetta l'ho adocchiata  al volo, pubblicata da un panettiere genovese in un grande gruppo di cucina e mica me la potevo far scappare e quindi con gli accorgimenti del caso  riprodotta per le nostre planetarie domestiche ed i nostri forni, risultato sorprendente, leggerezza incredibile, gusto eccellentee poi abbastanza facile da fare, vi spiego come...

Ingredients

Instructions

20170419_124429Inserire nella ciotola la farina e versare 350 g di acqua  nella quale avremo sciolto il lievito piano piano e cominciare ad impastare a vel 1,5.

Quando  l'impasto comincia a prendere un minimo di incordatura unire la restante acqua(i 20 g )    dove avremo sciolto lo zucchero ed incordare  con la foglia alzando la velocità, ci vorrà qualche minuto, l'impasto è molto molle. Unire ora il sale e successivamente dopo qualche giro lo strutto a fiocchetti facendolo assorbire ,ultimiamo con l'olio ,incordare bene  e facciamo andare per qualche minuto a vel.3.

Chiudere l'impasto rovesciandolo in una ciotola leggermente unta, sigillare  e farlievitare al raddoppio,

l' impasto dopo un paio d'ore ,se tenuto in forno con lucina accesa, oltre ad essere raddoppiato avrà grosse bolle e fossette.

In una teglia del forno molto, molto oleata versare l'impasto decisamente molliccio, allargare  per quanto possibile e coprire con pellicola per circa 20 minuti

.Continuiamo ad allargare usando i polpastrelli l'impasto da sotto in modo da non sgonfiare .

Cospargere con abbondante salamoia, senza allagarlo per carità, spolverare  con sale grosso pestato

.Nel frattempo accendere o il forno a 250°Co perlomeno alla massima temperatura che il nostro forno casalingo permette e posizionare  la teglia nella prima scanalatura a partire da sotto.

Appena sotto sarà ben cotto porre la teglia  a metà forno facendo completare la cottura con un bel colore dorato.

Così avremo una focaccia croccante sotto ,leggera perchè l'impasto è molto idratato e  morbida sopra...un icanto di leggerezza...se poi al posto di una comune farina 0 aveste a casa della Uniqua blu o Verde una sostituzione in percentuale darà alla focaccia una marcia in più!

Print
Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

6 Responses to Focaccia genovese

  1. caterina

    Ciao Antonella!
    complimenti, come sempre! potresti gentilmente spiegarmi cosa intendi con “acqua per salamoia”? come la ottengo?
    Grazie mille,un abbraccio

    • Antonella

      Ciao Caterina,la salamoia altro non è che un’emulsione di acqua,olio e sale con la quale si pennella ed inumidisce la focaccia o i grissini o i creckers per dare la sapidità tipica di questi prodotti da forno 🙂

  2. lucia

    Ciao Antonella,hai usato il Kenwood? Posso farla sabato per portarla domenica a un pic nic? Se si come la conservo?grazie Lucia

    • Antonella

      Ciao Lucia,si ho la ken.Come tutti i lievitati ovviamente non sarà la stessa cosa…non hai modo eventualmente di prepararla la mattina ,anche solo infornarla lasciando l’impasto in frigo di notte?Oppure io credo sia meglio se proprio ti è impossibile prepararla e congelarla scongelando domenica mattina,ti assicuro che sarebbe meglio,rende di più che dal giorno prima.

  3. Marco Esposito

    L’uso dello strutto offende i veri panificatori genovesi

    • dolcimerendeedintorni

      Marco io sono siciliana 🙂 con perizia posso parlarti di un arancino e un cannolo perfetto per le ricette regionali mi devo affidare all’esperienza indiretta! questa ricetta che ti fa sussultare l’ho avuta da un “sedicente”panificatore genovese che vantava centinaia di pizze al giorno.Conosciuto su un gruppo di cucina ho chiesto il permesso di pubblicare replicando la sua ricetta, ma sarei ben lieta di conoscere la VERA ricetta.Adoro le focacce!Grazie per la tua precisazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *