Crostata all'uva brina

Crostata all'uva brina

By 24 Ottobre 2015

 
Anche oggi la curiosità di provare una ricetta celebre ...dovendo  fare una crostata  è giunto il momento della frolla fine (perchè si usa zucchero a velo)sabbiata (perchè si uniscono dapprima burro e farina cosicchè il burro impermeabilizza le molecole della farina dando vita ad un impasto molto friabile )del celebre Luca Montersino un successo annunciato...io posso solo confermare che è squisita veramente e vi consiglio di provarla anche con una semplice confettura. Ho preparato una crostata nuda cioè cotta senza crema, ma con carta forno e sale sopra per mantenere la forma ed ho preparato il mio cavallo di battaglia in fatto di crema. ..la camy cream ,una crema (si fa per dire) sbrigativa ,  senza fuoco, che si conserva in frigo per 2 - 3 giorni non di più .Una crema molto leggera ,a dispetto degli ingredienti, molto fresca e molto apprezzata sempre e poi quel tocco di particolarità nell'accostamento di colori fra i kiwi e l'uva brinata che diventa croccante...insomma    ho voluto essere un pò creativa  non vorrei mai che sfigurasse la frolla!
se la ricetta vi è piaciuta lasciate un like all'articolo per farmelo sapere ed una foto della vostra crostata del cuore su https://www.facebook.com/dolcimerendeedintorni/ e con un like alla pagina rimarete sempre aggiornati

Ingredients

Instructions

Pasta frolla
Questa frolla si può fare in planetaria come nel bimby...
Inserire   nella ciotola della planetaria la farina con il burro a pezzetti a temperatura ambiente, il sale,  le zeste del limone e la vaniglia e far andare la foglia fino a sabbiare il composto, deve  ridursi delle dimensioni e della consistenza della sabbia, cioè tanti piccoli granellini.
Aggiungere ora lo zucchero a velo e subito dopo i tuorli.
Non appena l'impasto prende consistenza rovesciare su un piano spolverato di farina e farne un rettangolo che verrà avvolto in pellicola trasparente e fatto riposare almeno 30 minuti prima del suo utilizzo.
Potete ancor meglio prepararla il giorno prima o congelarla, nel frezeer dura un mese, poi stendere e farne ciò che più piace.
Consiglio vivamente una sosta in frigo prima del forno per mantenere meglio la forma.
CON BIMBY:
Inserire nel boccale la farina ed il burro a pezzetti 30 sec. del 4 
Inserire gli aromi, lo zucchero a velo ed i tuorli 1 min. del spiga
Non appena l'impasto prende consistenza rovesciare su un piano spolverato di farina e farne un rettangolo che verrà avvolto in pellicola trasparente e fatto riposare almeno 30 minuti prima del suo utilizzo.
Potete ancor meglio prepararla il giorno prima o congelarla, nel frezeer dura un mese, poi stendere e farne ciò che più piace.
Consiglio vivamente una sosta in frigo prima del forno per mantenere meglio la forma.
 
 
Camy cream
Inserire il mascarpone ben freddo e senza la parte liquida che a volte si forma nel contenitore in planetaria e lavorare per tre minuti a vel. 3 inserire a filo il latte condensato .
Montare la panna con lo zucchero a velo ed unirla a cucchiaiate delicatamente ad amalgamare perfettamente gli ingredienti e porre in frigo fino al momento dell'utilizzo.
Uva brinata
Spennellare  con l'albume ,meglio se pastorizzato, gli acini privati dei semi rotoliamo nelo zucchero semolato e facciamo asciugare in un paio d'ore, sarnno asciutte e croccanti per tutto il tempo in cui durerà la crostata.
Farcire la crostata nuda con la crema e disporre gli acini d'uva .

Print
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Vota*

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *