Crema pasticciera con albumi

Tanto tanto tempo fa, in un epoca in cui i dolci erano un occasione di festa e di gioia, o un premio, fare la crema il pomeriggio era un’occasione specialissima!

Lunghi pomeriggi invernali dove non c’era televisione  accesa nel nulla a fare frastuono e schiamazzi inutili e dove non c’erano tutti gli impegni che ora devastano figli e famiglie , pomeriggi anche noiosi che venivano interrotti da mamma che ci chiamava a raccolta per fare biscotti o la crema come merenda pomeridiana.

Certo mamma non apriva un note book e tanto meno un libro di cucina, non guardava neanche una video ricetta ,ma sapeva ad occhi chiusi preparare  la crema mentre noi preparavamo le tazze ed i biscotti.

Ustioni sulla punta della lingua, gara a chi doveva leccare il cucchiaio di legno e ripulire il tegame e poi sedute e “composte” , termine tanto in voga a casa mia, finalmente si mangiava la crema. Ricordi, profumi, suggestioni indimenticabili di quei pomeriggi lontani dove non c’era che l’esperienza di una mamma ai fornelli con ricette tramandate ed i miei occhi curiosi che già si impadronivano del mestiere

La crema è un affare complesso, alchimia di ingredienti che si condensano regalando sensazioni di puro piacere…creme d’autore, creme d’artista, creme titolate che eseguo con un occhio al termometro, un occhio al cellulare ,un occhio, quello ironico, all’espressione che avrebbe mia madre nel vedermi con un termometro e la  montata di uova a  bagnomaria…

Il mondo è bello perchè vario ed io accumulo ricette ed esperienze, ma modestia a parte, quando preparo la “mia crema” con un tegamino ed una frusta , senza attrezzi, senza bimby o altro, riscuoto sempre un successo stellare in famiglia e questo mi basta.

Sentire mio marito che mi dice che come la mia crema non ce ne sono altre…sicuramente sarà l’amore , mi piace da morire ed io orgogliosa  gli porto sempre il cucchiaino con la crema calda per la prova assaggio e sentirmi ripetere sempre quelle parole d’amore, da vecchia romantica datata quale sono !

Print Recipe
Crema pasticciera con albumi
Una crema semplice, classica, senza sprechi e senza difficoltà.Bastera un a casseruola ed una frusta a mano per preparare questa crema classica ed intramontabile per farcire i nostri dolci o per essere servita al cucchiaio.Aromatizzata con vaniglia o limone è un'esplosione di gusto e genuinità.
Tempo di preparazione 5 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Tempo Passivo 2 ore circa
Porzioni
teglia da 26 cm
Ingredienti
  • 2 uova intere
  • 100 g di zucchero
  • 50 g di frumina
  • 500 g di latte intero
  • 1 bacca di vaniglia
Tempo di preparazione 5 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Tempo Passivo 2 ore circa
Porzioni
teglia da 26 cm
Ingredienti
  • 2 uova intere
  • 100 g di zucchero
  • 50 g di frumina
  • 500 g di latte intero
  • 1 bacca di vaniglia
Istruzioni
  1. In una casseruola unire le uova intere con lo zucchero e montare leggermente con una frusta a mano.Aggiungere la frumina e pian piano il latte, avendo cura soprattutto con il primo inserimento di sciogliere la crema.
  2. Dopo aver mescolato bene cuocere a fuoco basso mescolando continuamente per evitare la formazione di grumi,Spegnere dopo due minuti dall'ebollizione ed aggiungere o scorza di limone da tenere in infusione un paio di minuti o la vaniglia.
  3. Coprire con pellicola trasparente a contatto e porre in frigo fino al consumo che avverrà al più in un paio di giorni.
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Vota*

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *