Calzone di cipolla barese

Calzone di cipolla barese

By 2 Gennaio 2016

Ogni tanto un ritorno alle origini ed ho ripescato questa ricetta fino ad ora appannaggio di mia madre barese da sempre io di nascita e poco più ,per cui quando si prepara qualche ricetta tipica l'artefice è sempre lei che poi ci invita o divide tra noi figlie quello che prepara.Ormai prepara sempre meno per cui se ti viene voglia di calzone di cipolla te lo devi fare e quindi questa è la mia interpretazione...la ricetta è la sua ma poi chissà perchè anche se lo hai visto fare mille volte ha un sapore diverso se non è quello suo...così il ragù,le polpette,i panzerotti....ognuno imprime il suo stile !!!bando alle  ciancie vi lascio la mia ricetta di famiglia e spero possa essere di vostro gradimento!

Ingredients

Instructions

Inserire in planetaria l’acqua con il lievito ed il cucchiaino di zucchero sciogliere ed inserire la farina e man mano il vino quando compare  un cenno di incordatura inserire il sale e continuare.

Ad incordatura inserire a filo l’olio fino ad assorbimento ,continuare ad impastare qualche minuto poi raccogliere l’impasto e porre in ciotola con pellicola e sigillare fino al raddoppio.

Molte ore prima sbucciare le cipolle tagliarle per lungo sciaquare bene e mettere in padella con un bicchier d’acqua e far appassire almeno 30 minuti a fuoco dolce.

Buttare l’acqua in eccesso , mettere l’olio e far cucinare inseremdo l’uvetta precedentemente ammollata ,i pinoli ,le olive spezzettate ,le acciughe, far andare qualche minuto finchè la cipolla finisce di cucinare ed insaporire e spegnere lasciando raffreddare.Con il sale regolatevi assaggiando.

Quando le cipolle saranno fredde inserire il formaggio a pezzetti.Conviene prepare il ripieno anche il giorno prima .

Quando l’impasto ( a Bari la massa ) è pronta dividere in due stendere due dischi e sul primo già in teglia disporre il ripieno e chiudere con l’altro sigillando bene creando il bordo punzecchiare bene con la forchetta il disco superiore.

Infornare in forno caldo per circa 40 min .a 180 /200.Appena sfornata sigillare la teglia con dei canovavcci stretti in modo che l’umidità renda morbida la pizza.

Ricetta un po’ lunga nella preparazione ,ma vale veramente la pena, poi non risulta indigesta perché gli sponsali oltre ad una naturale dolcezza non lo sono e la cottura prolungata in acqua li rende più leggeri!.

Print
Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *