Soffici Buondì

Soffici Buondì

By 10 Luglio 2015

  • fazzolettino

    2 foto

    rotolini crudi

    1 foto

    ovale crudo

    3 foto

    buondi crudi

    4 foto

    buondi glassati

    5 foto

    forno

    6 foto

    Buongiorno!
    Il buondì lo ricordo da sempre e voi? ...in un tempo in cui non esistevano le scorte di merendine nel buffet della cucina, quando d'estate si faceva merenda con pane, burro e zucchero o pane e pomodoro e si andava a scuola con la brioche con lo zucchero o la focaccina, quando a casa arrivavano i buondì era una festa.

    Ricordo la confezione celeste di un tempo ed ancora il profumo e la consistenza di quei buondì...ora a casa mia neanche si trovano merendine confezionate, una scelta di gusto e salute, ma non ci facciamo mancare nulla comunque...abbiamo preparato le nastrine,https://www.dolcimerendeedintorni.it/wordpress/nastrine-2/

  • abbiamo preparato le yogobrioss,https://www.dolcimerendeedintorni.it/wordpress/yogobrioss-alla-marmellata/
  • i pangoccioli,https://www.dolcimerendeedintorni.it/wordpress/pangoccioli-con-bimby/
  • che vi consiglio vivamente di andar a riguardare, da qualche giorno la fissa di riprodurre i buondì.

    Sarà stata fortuna che vi devo dire, ma ho osato da temeraria un impasto bimby perchè li ho preparati in piena estate e con quel caldo non mi andava di perdere molto tempo.

    La preparazione è un pò articolata, ma come sappiamo il bimby semplifica sempre tanto, in fin dei conti basta un poco d'organizzazione e per chi come noi vede in questi impasti e queste preparazioni non solo del cibo, ma di volta in volta delle piccole sfide ed il gusto del mettersi in gioco e di imparare ...perchè no??
    la ricetta è molto dettagliata, in questi giorni sto cercando di fare ulteriore chiarezza e se qualcosa sfugge o e poco chiaro, non resta che dirmelo, tutti i vostri suggerimenti sono preziosi,mi piace pensare ad una collaborazione...a proposito chi mi collabora?? chi mi segue sa che sto facendo un lavoraccio , ripreparando man mano tutte le ricette per RI fotografare, ma è dura...se qualcuno prova questi meravigliosi e soffici buondì farebbe anche delle belle foto luminose da inserire e rinnovare nell'articolo??
    Confido in voi...tutto io non posso fare!!!
    Non mi resta che augurarvi un'ottima giornata, nostante le nubi il sole lo portiamo dentro!!

 

Ingredients

Instructions

Primo impasto:

Inserire il latticello nel boccale con 1 cucchiaino di malto, il tuorlo,  il lievito  e la farina   1 min .37° vel 3  lasciare nel boccale e far raddoppiare.

Quando l’impasto sarà raddoppiato e con delle bollicine procedere con il

Secondo impasto :

aggiungere nel boccale il latticello, lo zucchero, il tuorlo, la farina e avviare vel spiga per 1 min

aggiungere il burro morbido a fiocchetti man mano che l’impasto lo assorbe in altri  2 minuti sempre vel.spiga

Quindi 3 minuti in tutto .

Conservare   l'impasto in una ciotola capiente, leggermente imburrata e sigillare  con pellicola ed aspettare il raddoppio.

Terzo impasto:

Nel boccale pulito inserire l’arancia candita da frullare con il latte a vel crescente per circa 30 secondi fino ad arrivare al turbo, deve essere veramente ben triturata.

Unire   la farina, lo zucchero, il tuorlo, 5 gr di lievito  sbriciolato, vel .spiga per 20 sec.

Inserire nel boccale  il precedente impasto e procedere a  velocità spiga per circa 2 minuti

inserire   il burro a fiocchetti continui man mano che viene assorbito insieme  al sale

L’impasto è molto morbido, mettere in una ciotola rincalzando bene da sotto con la spatola in modo da dare tono all’impasto e renderlo ben liscio e tondeggiante.

Sigillare con pellicola trasparente ed attendere il raddoppio

Poggiare l'impasto sulla spianatoia ben infarinata e dare un giro di pieghe del primo tipo (appiattire leggermente con i polpastrelli l’impasto e richiudere a portafoglio) poi  coprire a campana per circa 30 minuti.

Riprendere l’impasto e porzionare  in pezzetti da circa 85 gr .verrano 12 buondì

Ogni pezzetto deve essere   leggermente appiattito, creando un piccolo rettangolo da arrotolare  a cilindro ( 1 foto), prendere le estremità ed  unire  richiudendo  i lati come se fosse un fazzolettino.(2 foto)

Otterremo  una pallina da pirlare .

Dopo aver formato e pirlato tutte le palline ripetere la manovra con un’ulteriore pirlatura.

Allunghiamo leggermente le palline  creando un piccolo cilindro o un ovale (3 foto) e poggiare   sulla carta forno organizzata come vedete nel tutorial, cioè formando delle barriere .

Io ho spillate, in modo che i margini diano  la spinta in alto, questi margini  aiutano  a mantenere a forma del buondì.(4 foto)

Tutti allineati come dei soldatini coprire  con pellicola che deve sigillare per non far seccare l'impasto durante la lievitazione.

Nel frattempo preparare la glassa battendo leggermente gli albumi con lo zucchero, la farina di mandorle e l’amido di riso e se l’avete a disposizione un paio di gocce di mandorla amara ci starebbe proprio bene.

Mescolare energicamente e conservare  in frigo.

Al raddoppio dei Buondì, lasciare scoperti per 10 minuti in modo che la parte esterna sia più asciutta e faccia un minimo di tenuta ed attrito alla glassa.(5 foto)

con una sac a poch distribuire  la glassa sopra

Infornare  in forno caldo a 180°C  statico per circa 20 minuti,  devono essere sfornati chiari, io ho perso un minuto in più e son leggermente coloriti.

Sono buonissimi appena fatti, ma vi garantisco che con il passare delle ore e ben freddi lo sono ancora di più perchè maturano  i sapori e si enfatizza  l'aroma dell'arancia candita che è tipica del buondì.

Aspetto vostre notizie....

P.S.cos'è il latticello?

il latticello è di uso frequente nei dolci americani (ma quasi sconosciuto in Italia)

In origine il latticello era il liquido, acido e senza grassi, che rimaneva dopo aver fatto il burro con la zangola. Attualmente si ottiene aggiungendo acido lattico al latte e lasciando fermentare.

Perché usare il latticello per cucinare?
Perché è un ingrediente acidico, come lo yoghurt, e dona una piacevole nota aspra a dolci e prodotti da forno.

Questa acidità non aiuta solamente i lieviti ad agire, ma ammorbidisce anche il glutine nell’impasto, donando una consistenza più soffice a torte, pane, biscotti e pancakes. È anche un utile per marinare la carne: spesso si usa per ammordibire il pollo.

Il latticello è un ingrediente essenziale e insostituibile per la ricetta tradizionale irlandese del Soda Bread, ovvero il pane lievitato con lievito chimico. Questo prodotto da forno sfrutta la reazione di liberazione dell'anidride carbonica per interazione tra il bicarbonato di sodio (altro ingrediente essenziale) e l'acido lattico del latticello.

La buona notizia è che si può facilmente sostituire con altri ingredienti, e che sarà difficile sentire la differenza nel prodotto finale.

Surrogato di latticello facile e veloce:
Mescolate insieme metà di yogurt magro con metà di latte scremato e un po’ di succo di limone. Lasciate riposare a temperatura ambiente da 5 a 15 minuti prima dell’uso. Per essere più precisi: 250g di latte + 250 g di yogurt + 1 cucchiaino di succo di limone = finto buttermilk!
Surrogato di latticello più complicato:
Montate la panna fresca finché non si separi in burro, il liquido che rimarrà è latticello. Se volete conservare il burro ottenuto risciacquatelo sotto acqua fredda prima di metterlo in frigo, in un contenitore a chiusura ermetica.

Ormai comunque si trova abbastanza facilmente nei grandi supermercati nel banco frigo ,nei negozi Naturasì, nei negozi Bio ,ma se la ricerca è assolutamte complicata esiste anche quello in polvere da diluire .

In questa ricetta potete sostituire con il latte ,ma la morbidezza che conferisce agi impasti e la grande digeribilità che comporta ne fanno un prodotto assolutamente da reperire e tenere a portata di mano.

 

Print
Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *